domenica 28 febbraio 2010

Formazione Professionale: il modello piemontese [le strategie politiche e sociali]

La Regione Piemonte si è data come obiettivo quello di costruire razionalmente una memoria del proprio patrimonio storico nel campo della Formazione Professionale. Ne ha dato rilevanza al seminario " Storia e aspetti socio-pedagogici della Formazione Professionale in Piemonte", contenitore dove sono stati presentati alcuni studi in carico all'Università degli Studi di Torino.

Interessanti gli spunti che hanno reso obbligatoria la riflessione che la tradizione che i santi sociali piemontesi ci hanno lasciato, non può essere dispersa e dimenticata a causa di qualche legislatore distratto o per una politica economica che mira verso altri obiettivi, diversi da quelli relativi al capitale umano.

La formazione professionale piemontese si è sicuramente fondata, almeno alle origini, sul lavoro, l'interpretazione e la vocazione di alcuni santi sociali, quali don Bosco o don Murialdo [solo per citare i più conosciuti], che hanno declinato l'addestramento come tutela dei ragazzi rispetto al penoso mondo di fabbrica cittadino e per poterli inserire nel panorama lavorativo.
Il contesto si può sintetizzare come laboratorio garanzia dell'incolumità spirituale.

A mio parere è molto utile la ricerca intrapresa dal Prof. Grimaldi volta a disegnare un profilo sociologico degli allievi della formazione iniziale piemontese negli ultimi cinque anni.

Esistono alcune realtà, istituti un tempo, agenzie formative ora, che vantano la formazione di maestranze e professionalità di generazioni distanti un secolo e più l'una dall'altra.

Sarà interessante vedere quali altri tasselli si aggiungeranno al puzzle che si sta profilando per dare un volto ad una realtà abbastanza caratterizzante la nostra regione.

L'impegno che mi prendo è quello di dedicare uno spazio costante all'aggiornamento del profilo che si costruirà grazie a questi approfondimenti.

E chissà che gli approfondimenti non aiutino scelte più responsabili e consapevoli da parte di Chi sceglie per tutti.

4 commenti:

  1. Dimmi ben su nipotina ..
    .. va bene che "di 28 ce n'è uno" e magari qualcuno se lo dimentica ... ma se dal 28 Febbraio non hai ancora messo a posto le "stretegie" "politice" .. :-(
    non so mica io dove andremo a finire :-((

    RispondiElimina
  2. scusa...ma non ti seguo! mi perdoni?

    RispondiElimina
  3. Mi stai dicendo che nel titolo di questo post non c'è scritto ... [le stretegie politice ...] ??
    Allora sono io che leggo male?

    RispondiElimina
  4. ops...scusa..correggerò! garzie :)

    RispondiElimina